cvlavoro.org

Consigli per chi cerca lavoro *a cura di MrJob*


Home / Contratti di lavoro / Il contratto a tempo indeterminato

Il contratto a tempo indeterminato

E' la forma di rapporto di lavoro ancora oggi più diffusa.

Coinvolge due soggetti, un datore di lavoro ed un dipendente; al datore di lavoro spetta la retribuzione mensile, il dipendente invece presta il proprio lavoro alle dipendenze e sotto la direzione deldatore.

In linea di massima, I rapporti di lavoro subordinato sono regolati dai Contratti collettivi nazionali di lavoro (Ccnl), stipulati a livello nazionale tra le parti sociali che si accordano tra loro.

Il contratto di lavoro a tempo indeterminato non ha scadenze, e può essere full time (40 ore nel settore industriale e 36 nel settore pubblico) oppure part-time

Prevede un periodo iniziale di prova, non superiore ai sei mesi, stipulato con un accordo scritto e firmato dal dipendente e dal datore di lavoro, durante il quale si ha diritto alle ferie, alla retribuzione e a tutti i diritti di cui gode un lavoratore assunto.

Il contratto a tempo indeterminato: durata
Il contratto a tempo indeterminato: diritti e doveri
Il contratto a tempo indeterminato: vantaggi
Il contratto a tempo indeterminato: svantaggi
Il contratto a tempo indeterminato: normativa di riferimento

Articoli